Nuovi contratti di apprendistato per n°2 alunni dell’ indirizzo meccanica

Nei giorni scorsi due alunni della classe 4^ MECCANICA-ARTICOLAZIONE ENERGIA dell’istituto A.Righi hanno firmato un contratto di Apprendistato di I livello presso la ditta DALENA SERVICE.

Questi due contratti si aggiungono ai 20 della stessa tipologia, firmati dagli alunni dell’ attuale classe 5^A MECCANICA-ARTICOLAZIONE MECCATRONICA presso la Raffineria Eni di Taranto.

Questi due nuovi contratti rappresentano il primo caso, in tutta la regione Puglia, di percorso di Apprendistato di I livello interamente progettato e attuato da un’istituzione formativa.

Nel corso di un periodo di 14 mesi, i due alunni saranno impegnati nell’ installazione, manutenzione di impianti termotecnici, soprattutto quelli ad alta efficienza energetica, che rappresentano una fetta di mercato di sicuro avvenire.

Quello dell’ Apprendistato di I livello, giuridicamente un vero e proprio contratto a tempo indeterminato, rappresenta un modello di transizione scuola-lavoro che l’indirizzo MECCANICA dell’istituto A.Righi intende promuovere e potenziare sempre di più negli anni a venire.

ROMA 24 APRILE 2019: INCONTRO CON S.E. MADAME JOSEPHINE OUEDRAOGO GUISSOU AMBASCIATRICE DEL BURKINA FASO IN ITALIA.

 

            Questa mattina una delegazione di docenti della RETE DI SCUOLE PER UN FUTURO SOSTENIBILE, Progetto EDUCARSI AL FUTURO, Campagna SUSTAIN-SACSA, è stata ricevuta a Roma dall’Ambasciatrice del Burkina Faso in Italia.

            La delegazione era composta dal Prof. Giustino Melchionne, coordinatore della rete, dalla Prof.ssa Maria Antonia Sardone, che fungeva da interprete, dal Prof. Michele Alfarano e Dalla Dott.ssa Gabriella Melli, docenti esperti nel corso SUSTAIN dedicato a giovani migranti presenti sul territorio della provincia di Taranto. All’incontro ha partecipato anche l’ex alunno del Righi Francesco Picci, già facente parte della missione che la rete tenne nel 2013 a Fada N’Gourma.

                     Si riporta si seguito uno stralcio del documento consegnato all’Ambasciatrice, scritto in collaborazione con la Prof.ssa Barbara Scozzi del Politecnico di Bari.

                   “L’esperienza condotta in questi anni nell’ambito del progetto ha cambiato in modo indelebile il nostro modo di intendere la didattica e di sentirci cittadini. Coerentemente con le linee guida del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) italiano, con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU e con le recenti Raccomandazioni in tema di competenze di base del Consiglio dell’Unione Europea (Raccomandazione del 23/5/2018), proponiamo agli studenti italiani e burkinabèmodalità di apprendimento che utilizzano le materie scolastiche come trampolino verso una cittadinanza globale, tenendo in debito conto sia il vissuto degli studenti nei loro territori di appartenenza che le dinamiche che coinvolgono quest’ultimi sugli scenari globali. Tutto ciò per il miglioramento delle condizioni di crescita della comunità cui tutti apparteniamo: quella umana.

 Siamo certi che condividerà le finalità, lo spirito e i metodi del progetto (riportati sinteticamente anche in calce a questa lettera) e per questo ci permettiamo di chiederLe di supportarci:

(i)                 nella fase di promozione del progetto, anche presso il MIUR Italiano. Crediamo infatti che questo possa essere un modo per garantire al progetto quel riconoscimento istituzionale che riteniamo necessario sia per accrescere il numero di scuole coinvolte che per aiutarci a portare avanti il progetto stesso nelle due reti di scuole;

(ii)                nella fase di ricerca di finanziamenti presso il MIUR o altre istituzioni nazionali o internazionali. I finanziamenti sono necessari per garantire la partecipazione degli studenti italiani e burkinabè, per acquistare i materiali utili per le sperimentazioni e lo sviluppo del villaggio autosostenibile e, anche e soprattutto, per consentire la mobilità di studenti e docenti fra i nostri paesi. Ci piace pensare infatti che il nostro progetto possa costituire terreno fertile per l’avvio della sperimentazione di una sorta di progetto Erasmus fra paesi europei e africani. “

              L’Ambasciatrice, una donna molto sensibile e raffinata, ha ascoltato con grande interesse la descrizione del progetto esprimendo grande apprezzamento per quanto fatto fin qui dalla rete di scuole e rendendosi disponibile a sostenere la nostra iniziativa.

             Prima di congedarci abbiamo invitato l’Ambasciatrice a Taranto per farLe conoscere tutti i docenti e gli studenti coinvolti nel progetto e presentarle nell’occasione i primi risultati raggiunti quest’anno scolastico e discutere con Lei eventuali ulteriori sviluppi con la partecipazione delle Università coinvolte, Politecnico di Bari e Università di Ouagandougou I JR JOSEPH KI-ZERBO (invitati in collegamento skype).

 Roma 24 Aprile 2019

                                                                                         Prof. Giustino Melchionne

Da oggi il Righi è Cisco Academy

Grazie all’intesa con l’Accademia del Levante di Bari, nella persona dell’Ing. Maurizio Maggiora, il Righi dalla data odierna è ufficialmente Cisco Academy, cioè abilitata al rilascio di certificazioni informatiche della  prestigiosa azienda americana. Ciò è avvenuto formalmente con l’abilitazione alla figura di Istruttori di due nostri docenti di informatica, i Proff. Bruno e Mosaico.

Settimana di accoglienza progetto Erasmus+ SOS SUSTAIN OUR SOULS “HealthyEating, the Art of Eating”

L’Istituto Augusto Righi, nell’ambito del progetto Erasmus+ KA229 dal titolo “S.O.S. SUSTAIN OurSouls”, ha ospitato dal 8 al 12 aprile le delegazioni delle scuole partner straniere provenienti da Germania, Grecia, Romania, Spagna e Polonia.

Tutte le delegazioni sono state accolte all’aeroporto di arrivo dalla coordinatrice nazionale del progetto, prof.ssa Luisa Cusumano, da altri insegnanti e dagli studenti con le rispettive famiglie ospitanti. Leggi tutto “Settimana di accoglienza progetto Erasmus+ SOS SUSTAIN OUR SOULS “HealthyEating, the Art of Eating””

RUN HAPPY SCHOOL 2019

IL RIGHI MONOPOLIZZA IL PODIO DELLA RUN HAPPY SCHOOL 2019

Il 17 aprile 2019 si è svolta a Massafra (Ta), la manifestazione Run Happy School 2019, una gara podistica sulla distanza di un miglio, a cui hanno partecipato studenti di scuole medie inferiori e superiori di Taranto e provincia. L’I.I.S.S. Righi si é presentato con una squadra di studenti preparati dalla prof.ssa Maddalena Carrino nel corso del PON “Run Happy School”, in cui il prof. Piero Piliego ha svolto il ruolo di tutor. Il Righi si è classificato 1°, 2° e 3°nella categoria uomini delle scuole superiori, con Vinci Giuseppe, della 4B informatica che ha tagliato il traguardo per primo.
Run Happy School però non è solo una gara, ma anche una festa. Prima e dopo la competizione sportiva, tutti gli studenti hanno ballato e socializzato sotto il palco, accompagnati da musica e polveri colorate che hanno contribuito a creare un clima festoso e conviviale.
Appuntamento a tutti al prossimo anno per una nuova edizione.

Tesla Owners Italia al “Righi” – 29.03.2019

Oggi è stata una splendida giornata assieme agli studenti dell’IISS RIghi di Taranto, una delle città con i più gravi problemi ambientali d’Europa. Abbiamo parlato di cambiamenti climatici, di auto elettriche, di soluzioni, di futuro, di presente e innovazione. La risposta di questi ragazzi è stata entusiasmante, con domante sempre pertinenti, tanta voglia di imparare e capire.Relatore: Pierpaolo Piolzam Zampini vice presidente Tesla Owners ItaliaGrazie al Prof. Alessandro Marescotti al corpo docenti, alla Preside e a tutto lo staff del Righi. Arriverderci a domani ai Test Ride Tesla Owners Italia presso la stazione di ricarica per veicoli elettrici dell'Auchan di Taranto:https://www.facebook.com/events/2602895139780497/#Taranto #Tesla #Righi #DJI #Mavic

Gepostet von Tesla Owners Italia am Freitag, 29. März 2019

Concorso Istituto Nazionale Fisica Nucleare

Le classi 1A e 2A del Liceo Scienze Applicate, seguite dalla prof.ssa Veronica Poggi di Fisica, hanno partecipato al concorso indetto dall’INFN
“SxT Scienza per Tutti”: in particolare i ragazzi hanno analizzato i possibili effetti dei raggi cosmici sulle future missioni umane su Marte.